WebSummit Lisbona 2016 – Io c’ero

This article has been written before more than 1 years, information might old.

Nel lontano ma molto vicino, anzi veramente vicino Dicembre 2015 Eugenio mi chiede di partecipare ad una lotteria di biglietti per il WebSummit.

La lotteria si basava su GitHub e richiedeva il solo accesso tramite il profilo e non mi aspettavo di vincere due biglietti per un evento che non avevo mai sentito prima.

View this post on Instagram

#websummit we are here!

A post shared by Daniele Mte90 Scasciafratte (@mte90) on

Il WebSummit é un evento dedicato per le startup principalmente, non molto sulla tecnologia ma per mostrare cosa fanno al resto del settore.

50000 persone con 3000 volontari per tre giorni di evento con un app dedicata per entrare in contatto via chat con gli altri partecipanti danno l’idea che fosse una conferenza completamente diversa da quelle che frequento solitamente.

Gli stand non erano interessanti se non per le persone dell’ambiente anche se ce ne erano di grandi aziende come VmWare o WPengine che erano le poche che riuscivo a riconoscere.

Insomma mi sentivo un pesce nell’acquario sbagliato.

Fortunatamente ero con Eugenio che mi ha suggerito qualche talk da seguire.

Il primo giorno di evento abbiamo incontrato una startup (Sabres Security) che si occupa di sicurezza per WordPress quindi una foto era d’obbligo.

Il primo giorno ho potuto seguire un talk molto interessante pensato per i manager che hanno a che fare con gli sviluppatori.

L’approccio era di pensare agli sviluppatori che sono come gli altri membri della azienda e che fanno parte del team e quindi vanno considerati come tali.

Questo mi ha colpito, si riconosce il fatto che non siamo solo scimmie da tastiera ma persone che possono esprimersi artisticamente. Certo artisticamente nel loro ambito trovando nuove soluzioni.

View this post on Instagram

Centre stage at #websummit

A post shared by Daniele Mte90 Scasciafratte (@mte90) on

Ho potuto vedere dal vivo il co-founder di reddit ed ammirare il centre stage con la sua scenografia, direi enorme.

Ho voluto seguire poi l’intervista al vescovo che ha portato il papa su twitter, ed é stato molto interessante il suo approccio. In poche parole il messaggio evangelico deve raggiungere le persone anche con i nuovi strumenti e cercare un contatto con le persone in modo più moderno.

Non poteva mancare una foto in una delle varie installazioni del WebSummit per la città

View this post on Instagram

Yes I fixed it! #websummit

A post shared by Daniele Mte90 Scasciafratte (@mte90) on

Il talk del fondatore di F-Secure é stato interessante e riguardava la sicurezza del software.

La frase che mi ha colpito di più il fatto che oramai ogni azienda é un’azienda di software perché lo utilizza in molte parti del suo processo e senza la sua attività non avrebbe futuro. Quindi oramai il software non può più essere relegato ad una parte del processo ma deve avere la sua importanza nel piano globale.

Ho potuto sentire Larry Wall il creatore di Perl che si é dimostrato un personaggio

Bisogna ammettere che l’ultimo giorno all’ultimo talk della track dedicata agli sviluppatori c’era un po’ di gente per ascoltare Stallman

Cosa riporto a casa dal WebSummit?

Innanzitutto che come posto per fare promozione ad un pubblico che non é sviluppatore ma é interessato alla rete é perfetto.

Sarebbe molto interessante per Mozilla avere uno stand in cui mostra le nuove tecnologie a cui sta lavorando e per incominciare a riaffermarsi sulla rete dopo il flop di Firefox OS.

Il modo di fare interviste lo ho odiato molto, avrei preferito avere dei talk dove i vari relatori si sarebbero potuti mettere alla prova con i loro punti di vista e non con degli intervistatori che non si sapeva cosa avrebbero chiesto.

Aver visto dal vivo il mondo startup mi ha fatto balzare in mente i vari momenti della serie tv Silicon Valley.

Per il mio lavoro di sviluppatore non ha portato molto se non nuove idee per dei progetti e credo che questo sia molto importante.

Inoltre va considerato il fatto di aver partecipato ad un evento al di fuori del mio solito giro ricordandomi che non esistono solo le conferenze per sviluppatori ma anche per gli utenti e per chi fa business con internet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WebSummit Lisbona 2016 – Io c’ero

time to read: 3 min
0