Android e l’Open Source

This article has been written before more than 1 years, information might old.

Il tema per il quarto #BloggersContest di Linux Bird:

Che cosa rappresenta Android per Linux e per il software libero? Di certo è il sistema operativo basato sul kernel Linux più diffuso al mondo, ma è molto differente dalle comuni distribuzioni GNU/Linux: ha conquistato la telefonia, i tablets, device disparati fra cui console di gioco, fotocamere, car-infotainment e chissà dove arriverà in futuro… La comunità potrebbe abbracciarlo e lavorare per migliorarlo o respingerlo come un corpo estraneo, quali sono le sue criticità? Come può diventare più aperto?

Sono un utente quotidiani android ormai da due mesi anche se ho avuto device android come l’OpenMoko Freerunner con android 1.5 o Archos 70 Internet tablet con android 2.3.
Quindi potrei dire di aver visto un evoluzione del sistema in sè non come utente fisso ma più come utente casuale.

Perchè gli androidi sono fichi

Android è più fico  di iOS. Il caso è chiuso.
Io parlo da sviluppatore, il solo pensare a tutte le tecnologie open source che utilizza, che coesistono in un ambiente potremmo dire piccolo perchè sta in tasca è fico. Per quanto ne sappia io di iOS, è tutto chiuso quindi cosa utilizza per fare questo o quello si può solo immaginare.
Tutti gli utenti linux amano il pinguino perchè sanno cosa c’è dentro e possono sostituirlo, bèh anche in android si può fare.

It’s Open Source Baby

Questo è ciò che ti fa dire fico! Android, open source purtroppo non lo è completamente…
Come non lo è d’altronde il FreeRunner della Openmoko.
L’Openmoko è un azienda che ha prodotto due modelli di cellulari completamente open a cominciare dall’hardware con i vari circuiti e il software presente. In quei dispositivi è possibile montare sistemi operativi (linux) differenti modificati ad hoc.
Infatti io ci montai sopra Android 😛

Perchè è chiuso anche il Freerunner?

Il modulo GPRS/GSM/UMTS o quello per gestire le sim se preferite la versione semplice ,si tratta di sistemi chiusi anche a livello hardware.
Roba già sentita per i linuxari e rimarrà sempre così se le aziende fanno i loro porci comodi.

Replichiamoci

Come tutti i progetti open source c’è (quasi) sempre un fork che fà al caso tuo, in questo caso Replicant.
Potremmo definirlo il Debian di Android per la sua politica sul Free Software.
Si tratta di un Android completamente libero che come tale non euguaglia la completezza del supporto della versione ufficiale.
Vorrei utilizzarlo anch’io ma utilizzando il Galaxy Note con il pennino mi serve TouchWiz con le sue applicazioni…

Colonnello Google

Si può dire che google è il benevolo dittatore di questo progetto.
Rilascia il codice sorgente delle nuove versioni dopo che l’ha distribuito alle aziende, comportamento non molto pulito direi…
Lento nell’accettare patch e troppo comandante in armi. Nei progetti come le distro o programmi di solito ci sono riunioni con i vari sviluppatori indipendenti per decidere cosa fare e come mentre con Android decidono loro.

Quando arrivi alle conclusioni?

Android non è un progetto aperto, lo sarà secondo me solo con l’hardware  aperto.
La stessa cosa vale anche per Gnu/Linux. Anche il nostro amato kernel non è completamente libero per via delle varie licenze contenute nei fimrware per alcuni componenti (Debian infatti utilizza un kernel linux purificato).
Il software ormai è libero, ci sono molte alternative ma l’hardware non lo è per molti casi a cominciare dalle schede video.

La comunità cosa fà?

La comunità contribuisce eccome per Android!
Basta pensare alle varie versioni modificate esistono per ogni cellulare!
Cominciando da solo ritocchi estetici a vere e proprie versioni modificate come Cyanogen o MIUI.

Quindi tutto ciò sta già avvenendo, tiepidamente ma succede!!!!

Cosa rappresenta per l’utente comune?

L’utente comune entra in un ambiente Open Source, incomincia a conoscerlo, capire la storia e cosa significa partendo dal cellulare.
Direi che è un metodo più virale rispetto ad internet visto che si utilizza tutti i giorni e di continuo.
La gente sà che è basato su Linux e capirà cosa possono farci con l’evoluzione tecnologicia.
Diffondete il verbo!

PS: android è fico anche perchè ha come mascotte un robottino.

PSS: Stanno portando le QT anche su android, c’è anche VLC quindi è proprio fico.

One thought on “Android e l’Open Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Android e l’Open Source

time to read: 3 min
1